La bellezza della matematica

‘La matematica è uno spettacolo’ è il titolo della lezione di inizio anno della docente Gloria Madonini che lunedì 7 ottobre ha replicato davanti ai genitori della classe terza della scuola media Canossa.

La titolare della cattedra di matematica e scienze, tramite il supporto di un filmato e l’utilizzo della lavagna elettronica, ha mostrato tutta la fantasia e la creatività che la matematica è in grado di manifestare se viene approcciata nel modo corretto.

Il paradosso dello zero che solo apparentemente rappresenta il nulla quando in realtà è il numero più importante della numerazione decimale; la serie numerica di Fibonacci che è in grado di spiegare i fenomeni naturali e che sta alla base delle dinamiche evolutive; il fascino del Pi greco che riesce a rendere tangibile il concetto di infinito; la perfezione della sezione aurea utilizzata da grandi artisti come Leonardo, Michelangelo e Mondrian. Sono alcuni degli esempi forniti dalla docente Madonini che hanno fatto comprendere, in modo chiaro, la bellezza di una materia che a volte può sembrare ostica ma solo perché viene affrontata con pregiudizi e senza la curiosità di scoprirne fino in fondo le dinamiche più affascinanti e segrete.

“Insegnare la matematica non è mai semplice in ogni generazione di studenti – ha commentato Gloria Madonini – ma la missione può essere raggiunta se si mette a tema non la fatica del calcolo, la paura dell’errore, il rispetto acritico della regola ma piuttosto la libertà, il mistero e la bellezza delle sequenze numeriche che è possibile riscontrare anche nella realtà di tutti giorni. La matematica richiede uno uno sguardo attento e non banale a ciò che ci circonda e che svela la presenza tangibile dell’infinito. Da insegnante ho imparato che, se presa nel giusto modo, nei ragazzi è in grado di generare un continuo stupore e autentico divertimento”.

CANOSSA MATEMATICA
CANOSSA MATEMATICA